La salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorseLa salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorse
La salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorseLa salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorse
La salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorseLa salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorse
La salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorseLa salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorse
La salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorseLa salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorse
La salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorseLa salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorse
La salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorseLa salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorse
La salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorseLa salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorse
La salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorseLa salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorse
La salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorseLa salvaguardia del territorio è il saggio uso della terra e delle sue risorse
Area Informativa
Lavori in corso
Continua >
News&Eventi + Tutte le news

AVVISO AI CONTRIBUENTI ANNO IMPOSTA 2016

Sono in emissione gli avvisi di pagamento per l’anno imposta 2016 con scadenza in un’unica rata al 31/05/2016 per importi fino a € 500,00 e scadenza in due rate per importi superiori a € 500,00 (al 31/05/2016 e al 31/07/2016).

Con gli avvisi del corrente anno vengono riscossi anche arretrati relativi al contributo di bonifica per fabbricati non iscritti a ruolo per gli anni 2013 e 2014 a seguito del mancato finanziamento da parte della Regione Veneto ai sensi dell'art. 39 L.R. 12/2009.

Il contributo di bonifica è un onere reale che grava sulla proprietà ed è posto a carico dei proprietari (artt. 10-11-21 e 59 R.D. n. 215/1933 e ss.mm. e ii. - art. 860 c.c.).

I servizi forniti dai Consorzi di Bonifica sono di carattere idraulico. Compito primario dei Consorzi è la manutenzione ordinaria (decespugliamento e diserbo meccanico delle sponde e del fondo degli scoli di competenza) e straordinaria (espurgo del fondo e sistemazioni spondali dei canali di competenza e relativi manufatti).
Tali interventi, a carattere ricorrente, sono necessari ed indispensabili per garantire un risanamento ambientale del territorio e la funzionalità delle opere idrauliche di bonifica ed irrigazione, in un territorio ad elevata criticità.
Si ricorda che il contributo di bonifica risulta determinato in base al Piano di Classifica adottato dall’Assemblea del Consorzio con Delibera n. 11 del 23 giugno 2011, in adesione alla L.R. n. 12/2009 ed in conformità alle direttive della Regione Veneto per la redazione dei Piani di Classifica (D.G.R.V. n. 79 del 27/01/2011).
Tale Piano di Classifica è stato approvato dalla Regione Veneto con Delibera n. 134 del 11/02/2013.

Il suddetto Piano di Classifica quantifica il beneficio che gli immobili agricoli ed extragricoli ricevono dalle attività e dalle opere di bonifica del Consorzio all'interno del perimetro di contribuenza individuato con il Piano di Classifica approvato con il succitato provvedimento regionale (D.G.R.V. n. 134/2013).

Il ricadere all’interno del perimetro di contribuenza comporta il riconoscimento del beneficio ed il relativo obbligo di pagamento del tributo.

Per ulteriori informazioni si rinvia al link Area Informativa - Contributo di Bonifica.

 * * * * * * 

Il Consorzio di Bonifica Alta Pianura Veneta è stato costituito con deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n° 1408 del 19 maggio 2009 ed è retto dallo Statuto approvato dall'Assemblea con Verbale di Deliberazione n. 31 del 4/12/2010, reso esecutivo con modifiche ed integrazioni dalla Giunta Regionale del Veneto nella seduta del 18/01/2011.

Il consorzio è un ente di diritto pubblico economico – ai sensi dell'art. 59 del regio decreto 13 febbraio 1933, n. 215 e dell'art. 3 della legge regionale 8 maggio 2009, n. 12 recante "Nuove norme per la bonifica e la tutela del territorio", ha sede in San Bonifacio (VR), via Oberdan, 2. Il consorzio esplica le funzioni ed i compiti che gli sono attribuiti dalle leggi statali e regionali con particolare riferimento alla bonifica e all'irrigazione, alla difesa del suolo e dell'ambiente, alla tutela della qualità delle acque e alla gestione dei corpi idrici.

In particolare le attività consortili sono tese a garantire l'allontanamento delle acque meteoriche, nonché l'adduzione e la dotazione delle acque irrigue su un comprensorio idraulicamente definito. Infatti la Legislazione regionale dispone che ai Consorzi vengano affidate in concessione l'esecuzione di opere pubbliche di bonifica, delle opere idrauliche e delle opere relative ai corsi d'acqua naturali pubblici non classificati che fanno parte integrante del sistema di bonifica e di irrigazione; assicurandone anche la manutenzione e l'esercizio. Il Consorzio deve partecipare all'elaborazione dei piani territoriali e urbanistici e ai piani di difesa ambientale contro gli inquinamenti, oltre a collaborare all'azione pubblica per la tutela delle acque destinate all'irrigazione e di quelle defluenti nelle reti di bonifica.

RELAZIONE ATTIVITA' QUINQUENNIO 2010 - 2014 

PROGRAMMA COMPLETO SETTIMANA BONIFICA CONSORZIO ALTA PIANURA VENETA

  

 

 

 

Amministrazione trasparente
Newsletter Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e sarai sempre aggiornato sulle novità.
I Consorzi del Veneto
  • 1. Veronese
  • 2. Adige Po
  • 3. Delta del Po
  • 4. Alta Pianura Veneta
  • 5. Brenta
  • 6. Adige Euganeo
  • 7. Bacchiglione
  • 8. Acque Risorgive
  • 9. Piave
  • 10. Veneto Orientale